Andrea De Luca

 

 “Si tratta di un universo fantasmatico in cui paesaggio e figure umane si fondono, ma non si confondono, mantenendo una loro grammatica di chiari e di scuri che si contendono la spazialità piatta delle immagini, come obbedendo ad un intimo richiamo delle coerenze cromatiche che sono dell’astrazione e dell’informale stesso, come a dire che ci troviamo in una grande contaminazione, di un apparire che non pretende di essere iconico, ma non gli basta di essere allusivo e interessante.

Domina un grande senso di solitudine, nell’alone di un’attesa infinita che non trova risposte e quindi è costretta a prolungarsi, proiettandosi in un vuoto che dominante come un’atmosfera in cui tutto diventa enigmatico, anche ciò che sembra fatto di cose conosciute, siano esse nature vive o morte, raccolte da una tecnica che è come una rete a maglie fitte.” (Francesco Gallo)

 

 

 

 

Visualizza le opere disponibili di Andrea De Luca