Nutrirsi di bellezza | Il valore dell’Arte

Un essere umano può vivere molti giorni senza mangiare, alcune ore senza bere e pochi minuti senza respirare.

Ma è tutto qui? O esiste un altro genere di nutrimento di cui ha bisogno l’individuo? Per scoprirlo dovremmo sapere che cosa sia veramente un essere umano. In alcuni testi antichi si trova spesso l’esempio di un carro (il corpo), trainato dai cavalli (le emozioni), condotti dal cocchiere (la mente). Più recentemente qualcuno ha “aggiornato” questa metafora utilizzando la carrozza.
Quindi: la mente governa le emozioni che muovono il nostro corpo… Ma colui che ha il potere di decidere la direzione verso la quale andare è il signore seduto all’interno della carrozza. L’arte è in grado di nutrire le emozioni, arricchire la mente e, soprattutto, ha la capacità (o la possibilità) di parlare a quella parte di noi che troppo spesso dimentichiamo, persi nel vortice della vita quotidiana.
Quella parte è il signore seduto nella carrozza, e rappresenta la nostra natura più bella e più autentica.
Se noi ci dimentichiamo di ESSERE quel signore non potremo avere un’esistenza piena, vera e armonica. Il tipo di nutrimento che gli daremo determinerà la qualità delle nostre emozioni, il livello dei nostri pensieri e la salute del nostro corpo. Quel signore ha bisogno di BELLEZZA, una bellezza che è armonia, ma anche verità e amore.

Chi ci governa ha ritenuto che l’arte non sia essenziale per l’umanità, ignorando o dimenticando totalmente che cosa sia l’essere umano e di cosa abbia veramente bisogno.

Gabriele Masserini