Angelo Crespi contro i dittatori del brutto

L’arte contemporanea è diventata pura speculazione, i musei sacralizzano il dissacrante e la nostra è la prima civiltà della storia che ama il brutto. Dialogo con Angelo Crespi: “ostinatamente, mi affido alla bellezza, al talento, al senso” L’arte è una questione di postura, impone una poetica della postura; ora pare, piuttosto, posa, [...]
Read more